BIOGRAFIA

Note Biografiche di Leo Panta

Nel corso degli anni, dal 1972 al 1983, Leo Panta dipinge paesaggi urbani, marine, nature morte, ritratti, dipinge volti di donne che fa posare nel suo studio.

Nel 1983 si iscrive all’Accademia di Belle Arti di Bari e si diploma nel 1987; ed è proprio in questo periodo che conosce e stringe amicizia con il prof. Mimmo Conenna, artista già affermato nella Pop Art, docente alla cattedra di decorazione alle Belle Arti di Bari.

Con Mimmo Conenna Leo Panta partecipa a collettive quali: “Arte in Puglia” e“Fumi dell’alcol, 16 artisti per Dioniso”.

Dal 1987 al 1995 si accosta alla Pop art, rivisitando e dipingendo opere classiche del passato, naturalizzandoli e soprattutto li realizza in chiave ironica, come ad esempio”Allegoria della Primavera” del Botticelli, la Gioconda di Leonardo e Giovane con il pappagallo di Palma il Giovane.Nel luglio del 1991 al Castello Svevo di Bari Leo Panta incontra e conosce il prof. Vittorio Sgarbi al quale mostra alcune foto dei suoi dipinti ottenendo un buon giudizio.

Nell’anno 2003 dipinge “Top model” nudo di donna visto di spalle, in questo quadro inventa un “effetto ottico tridimensionale” tale da attirare l’interesse di Rossana Andreola, critica d’arte e organizzatrice di eventi d’arte in Puglia, la quale gli propone una personale nel Castello Baronale Martucci a Valenzano (BA), diverse sono le opere che Leo Panta espone sul tema: Nudo di donna nel XXI secolo.

Il 2005 per Leo Panta è un anno di riflessione ma lo è anche di svolta in quanto, avendo studiato e conosciuto le opere di Jackson Pollock durante il periodo dell’Accademia,sviluppa un forte interesse per il suo stile e il suo movimento artistico”Espressionismo astratto” ed inizia con grande forza d’animo a dipingere e portare avanti lo stile di Pollock.

Apprezza anche negli anni successivi l’altro grande espressionista astratto Franz Kline.

Questa per Leo Panta, consapevole sino dagli anni 2000, è la vera via che gli permette di essere oggi un pittore astrattista.

Note Biografiche

Leo Panta (Pasquale Pantaleo) nato a Bari il 25//06/1948 opera attualmente a Roma; diplomato all’Accademia di Belle Arti di Bari nel 1987. Presenze in varie rassegne quali:

  • Maggio barese 1978
  • Personale gall. Unione Petruzzelli 1981
  • Premio Naz. Di Pittura “Carlo Siviero” Roma 1984
  • Coll. Settembre Romano 1985
  • Expo Arte Bari 1986 (studio d’Arte l’Angolo)
  • Rassegna a Sammichele – BARI – 1987
  • Mostra Hippos “Cavallo nell’Arte” Fiera del Levante – Bari – 1990
  • Rassegna  “Arte in Puglia” 1970-2000 – Ass.Cult. San Severo-Bari marzo 1991
  • Coll. “ I fiumi dell’alcol” – 16 artisti per Dioniso – Aprile 1992 Bari
  • Col. “VENTI”  Ass.Culturale “Pino Pascali” Polignano a Mare  (BA) Marzo 1994
  • Concorso nazionale di Pittura A.I.STOM. Maggio 1998 Bari
  • Collett. “Sheraton Nicolaus Hotel” Maggio 2002
  • Collett. “Galleria Arte Contemporanea” (Magrorocca) Milano 2003
  • Personale Castello Baronale Martucci- Valenzano (BA) 2004
  • Grande Enciclopedia Arte Italiana Contemporanea 1983
  • Catalogo L’ELITE 1985
  • Opere presenti nella sala Consiliare COMUNE DI ADELFIA – BARI
  • Opera presente nella Banca Rurale del Comune di Sanmichele (BA)

Hanno scritto:

  • Prof. Mariano Apa – Prof. Mimmo Conenna – Prof. Toni Toniato.
  • Chiara Stella d’Alesio – giornalista e critica d’arte
  • Rossana Tindara Andreola